Ragione e laicità!

In un paese realmente laico, un’associazione come l’Uaar non dovrebbe nemmeno esistere. Perché il riconoscimento dei diritti civili laici, è già inscritta nell’articolo 3 della Costituzione e nella Dichiarazione universale dei diritti dell’uomo.

Se l’Uaar esiste, non è certo per criticare gratuitamente la religione. L’Uaar non è un’associazione antireligiosa. È invece nata per contribuire a innovare un paese pesantemente condizionato in senso confessionale. Difende la libertà di espressione e il pensiero libero da dogmi.

L’Uaar è nata per rappresentare gli atei e gli agnostici e le loro idee, per tutelare i loro diritti civili, e per affermare il principio costituzionale di laicità dello Stato.